Crea sito

FOCUS: L’Osservatorio può sospendere indiscriminatamente una qualsiasi TDT (Voucher, Home, Away, ecc.)? Il parere dell’Avv.Contucci

3 agosto 2013

Focus

Lavvocato-Lorenzo-Contucci

Continua il dibattito all’interno del mondo ultras italiano sulla tessera del tifoso. Lo strumento lanciato quattro anni fa dall’allora Ministro Maroni non ha nemmeno lontanamente risolto i problemi di sicurezza negli stadi, ma in compenso è riuscito a dividere il mondo ultras italiano dopo che in anni precedenti alcune vicende (quella di Gabriele Sandri su tutti…) aveva fatto ritrovare una certa unità…

In tutta franchezza a noi di “Ultras On Tour” dispiace dover constatare tutta questa divisione su un tema che dovrebbe essere una scelta personale e non una guerra di religione. Dispiace vedere che si bolla automaticamente come “infame” o “falso ultras” chi fa una scelta diversa, ma purtroppo oggi è questa la situazione. Evidentemente a tanti “capiultras” fa più piacere reggere il gioco dell’Osservatorio invece di conquistare quell’unità di intenti che potrebbero far ottenere qualche punticino in più in certe battaglie, che così condotte generano solo prese di  posizione sterili e fini a se stesse…

Sul tema è intervenuto l’Avvocato Contucci di Roma, uno dei massimi esperti di diritto penale in ambito sportivo. Ne pubblico il suo intervento, dal momento che mi sembra comunque una fonte autorevole sul tema. I vari possessori della verità assoluta se ne faranno una ragione….

Mi è stato postato un articolo anonimo del sito ultrasblogspot e via dicendo che contiene delle inesattezze.

Così si scrive:
“Il 31 luglio 2013 l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive (O.N.M.S.) ha emesso un comunicato stampa in cui si parla anche della TDT Away card della AS Roma:
[...]
Con propria determinazione l’Osservatorio, preso atto di gravi comportamenti di una significativa parte della tifoserie romanista che ha aderito alla “away card” – peraltro pienamente corrispondente alle regole del programma “tessera del tifoso” – ha invitato il Questore di Livorno a far valutare in sede di GOS la sospensione dell’utilizzo della predetta “away card” riservando dunque la trasferta ai soli possessori dell’AS Roma Privilege.
Insieme con la Lega ed il club saranno individuate misure organizzative finalizzate ad un nuovo utilizzo della “away card” – già dalle trasferte successive a quella di Livorno – nel rispetto delle norme e, soprattutto, degli altri tifosi.
[…]
Alcune nostre considerazioni:
1. L’O.N.M.S. ribadisce un’ovvietà: l’Away card è una Tessera del tifoso, se non lo fosse non darebbe il privilegio di poter andare in trasferta anche a chi è della stessa città/provincia/regione della squadra che tifa, privilegio riservato ai soli tifosi tesserati con TDT non limitata alle sole partite casalinghe. Della TDT Away scrive infatti che è «pienamente corrispondente alle regole del programma “tessera del tifoso”», come già avevamo ampiamente illustrato nel nostro ‘Piccolo manuale di sopravvivenza ULTRAS ai tempi della TDT’ pubblicato il I maggio 2013″.

PRIMA RISPOSTA:
Ho sempre detto che, sotto il profilo della sicurezza la Away risponde ai requisiti richiesti dall’O.N.M.S. ma è indubbiamente diversa dalla TdT voluta da Maroni, contro cui iniziò la lotta contro la TdT stessa.

ULTRASBLOGSPOT:
“2. L’eventuale sospensione temporanea della TDT Away della AS Roma non sarebbe proprio una novità. Era già accaduto qualcosa di simile nel 2012, quando la determinazione 48/2012 del 19 dicembre 2012 andò a colpire i veronesi dopo una serie di di episodi violenti in trasferta; in quell’occasione venne ordinata la ‘temporanea sospensione limitatamente alle trasferte’ della TDT (Full, il Verona non aveva previsto una TDT Away) ai tifosi scaligeri segnalati dalla Digos al Verona FC.

SECONDA RISPOSTA:
Errore: basta leggere i comunicati.
Ecco cosa dissero per i veronesi:
“La Questura di Verona d’intesa con la Questura di Milano e la Società Sportiva Hellas Verona è pregata di individuare tramite il sistema di biglietteria l’elenco nominativo dei tifosi che hanno preso parte alla trasferta di Milano ed agli incidenti occorsi in piazzale Lotto, provvedendo all’immediata sospensione della “tessera del tifoso” ai fini delle trasferte previo inserimento in black list dei dati delle persone interessate. Ove la individuazione precisa dei facinorosi risultasse possibile, si dovrà procedere alla sospensione, ai fini delle trasferte, per l’intero gruppo del settore interessato dalla presenza di persone che hanno partecipato agli incidenti.
Roma, 19 dicembre 2012″

Quindi l’ONMS disse semplicemente alla Questura di Verona o di Milano NON di vietare la successiva trasferta dei veronesi, ma di sospendere la TdT ai fini delle trasferte, con inserimento in black list.

Nel caso dei romanisti, l’O.N.M.S., invece, non sospende la Away ma dice alla Questura di Livorno (luogo in cui giocherà la Roma) di porre limitazioni alla vendita dei biglietti, come accadeva una volta.
La differenza è sostanziale: non si parla di inserimento in black list, non si parla di sospensione della Away, ci si rivolge alla Questura ove la Roma giocherà.

ULTRASBLOGSPOT:
“3. Il comunicato dell’O.N.M.S. sbugiarda per l’ennesima volta la tesi, alquanto fantasiosa, sostenuta dai promotori della Away romanista, secondo cui i sottoscrittori della TDT Away non avrebbero sottoscritto/accettato il ‘codice etico’ TDT, al contrario dei sottoscrittori delle TDT “full” (per la Roma: AS Roma Privilege), per cui la loro TDT Away non avrebbe potuto subire la sospensione temporanea patita dai veronesi nel dicembre 2012, inflittagli per aver violato il ‘codice etico’. Come già ampiamente illustrato nel nostro ”Piccolo manuale di sopravvivenza ULTRAS ai tempi della TDT’: con qualsiasi TDT si accetta il ‘codice etico TDT’, il quale prevede un’unica regola, ovvero la TDT deve essere invalidata se sopraggiungono i ‘motivi ostativi’ (lo stesso vale per i biglietti nominali [A]); ma poi da carta bianca alle singole Società sportive, per “altre misure di prevenzione”.”

TERZA RISPOSTA:
Continuo a non avere parole su simili affermazioni: se i romanisti avessero accettato il “codice etico”, e questo fosse stato violato, l’O.N.M.S. si sarebbe rivolto – come per i veronesi – alla Questura di Roma e a quella di Torino (visto che i problemi principali sono stati a Torino) per sospendere la Away e inserire in black list i nominativi.
Invece si è rivolto alla Questura di Livorno per far dichiarare a rischio la partita, come accadeva tempo fa.
Sono due cose TOTALMENTE diverse.

ULTRASBLOGSPOT:
“4. Il provvedimento che potrebbe sospendere la TDT Away della AS Roma sarebbe comunque ancor più grave di quello che colpì i veronesi nel dicembre del 2012, perché, così com’è stato presentato, non si limiterebbe alle sole persone segnalate dalla questura, ma colpirebbe indistintamente tutti i sottoscrittori di tale TDT. Tale provvedimento, giustificato dall’O.N.M.S. con il fatto che sarebbero stati tenuti «gravi comportamenti di una significativa parte della tifoseria […] che ha aderito» a tale card, penalizza comunque anche chi con tali comportamenti non ha avuto nulla a che fare, perciò appare oltremodo ingiusto e potrebbe innescare cause legali da parte dei tesserati “away”, che per tale TDT hanno sborsato soldi e ciononostante si vedrebbero negato un diritto acquisito pur non essendogli stato imputato alcunché di specifico a livello personale. Nel corso degli anni, comunque, i provvedimenti indiscriminati contro ultras e tifosi si sono susseguiti senza sosta, per cui questo sarebbe solo l’ennesimo di una lunga lista. Vedremo.
Speriamo altresì che a difesa dei propri clienti tesserati (con la TDT Away) si muova, relativamente al caso specifico, la AS Roma, che ne ha incassato i soldi, nonché i promotori della TDT Away stessa, che non ci pare avessero avvisato i sottoscrittori di una simile eventualità”.

QUARTA RISPOSTA
Chi scrive evidentemente non sa che il sottoscritto – parlando con chi di dovere e non sbandierando ai quattro venti cose riservate – aveva assolutamente avvertito dell’eventualità che potesse accadere una cosa del genere. Lo possono confermare tutte le persone che si sono rivolte al sottoscritto chiedendo degli scenari futuri.

ULTRASBLOGSPOT:
“5. La diffusione delle TDT Away nel corso dell’estate preannuncia il ritorno di molti gruppi ultras in trasferta e quindi di scontri, ma anche nuove strategie da parte dell’O.N.M.S. per contrastare il mondo ultras tesserato. Un’assaggio lo avevamo già avuto con Vicenza-Reggina (dopo Vicenza-Empoli del maggio 2013), dove si era ipotizzato di sospendere qualsiasi TDT relativamente ad una partita casalinga.
Adesso l’O.N.M.S., preso atto che molti gruppi ultras hanno fatto la TDT Away, comunica (minaccia?) di poter sospendere temporaneamente specifiche TDT (relativamente a quelle squadre che offrono più TDT) in base ai precedenti, per cui se dovesse risultare che molte persone che hanno sottoscritto un tipo di TDT praticano atti di violenza in trasferta, mentre quelli che ne hanno sottoscritta un’altra si comportano bene, la TDT che ha portato in trasferta i violenti potrebbe essere temporaneamente sospesa. Niente di nuovo (per alcune persone avevano già sospeso la TDT “Full” del Verona, riducendola ad essere valida solo per le partite casalinghe), ad accezione che qui si ipotizza di sospendere temporaneamente una TDT a tutti i suoi sottoscrittori, indistintamente, il che segnerebbe un ulteriore inasprimento nella repressione anti-ultras”.

QUINTA RISPOSTA:
Chi scrive arriva un po’ tardi a queste considerazioni. Le avevo già fatte un paio di anni fa.

ULTRASBLOGSPOT:
“Per i biglietti non è che ci siano molti più diritti, sia chiaro. La differenza è che con il biglietto nominale non si aderisce al Programma ministeriale ‘Tessera del Tifoso’. Il biglietto non è un documento di identificazione Fidelity Card (fondamentalmente perché non ha la foto). Ovviamente: non si può avere più di un singolo accesso alla volta, e non si può andare in trasferta, se si è della stessa città per cui si tifa.”

SESTA RISPOSTA:
Vabbè, ho già risposto, mi sono anche stancato…. Pare che il biglietto lo si prende a voce e non mostrando un documento di identità….

Saluti a tutti.

Comments

comments

, , ,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.