Crea sito

NEWS: Sette tifosi a processo per scontri prima della partita

25 luglio 2013

News

fans

Sempre per il famoso discorso che “In Inghilterra non succede più nulla!”, sette tifosi sono comparsi in questi giorni davanti al giudice di Oxford per uno scontro fra opposte tifoserie prima della partita. Si tratta di due tifosi dell’Oxford United e cinque del Bristol Rovers (club di Football League 2, la quarta serie del calcio inglese), che in aula hanno ammesso la loro partecipazione agli incidenti del 9 febbraio scorso.

Quel giorno c’erano state dei problemi fra le due tifoserie sia all’esterno del Kassam Stadium, vicino al complesso Bowlong Bowlplex, sia in un pub della zona. Nei filmati di polizia si vedono chiaramente alcuni degli accusati mantenere un comportamento violento ed aggressivo.

Fra i tifosi dell’Oxford, uno di loro si vede mentre sfida i tifosi dei Rovers facendogli segno con le mani di “farsi sotto”, per poi spingere un tifoso avversario ed iniziare con lui una lotta a suon di pugni. Secondo la difesa, ha perso la testa dopo che un fan dei Rovers nel parcheggio gli aveva sputato addosso. Il secondo, che ha già dei precedenti specifici ed un “Ban” che risale al 2004, ha ammesso di aver preso a pugni un tifoso dei Rovers, colpendo anche un cavallo della polizia.  Secondo la difesa ha perso la testa nel momento in cui una bevanda è stata gettata sopra di lui, e si sarebbe limitato a spingere il cavallo che lo stava per travolgere, aggiungendo poi che il suo cliente “è divorato dai rimorsi e dalla vergogna”.

Per i cinque tifosi dei Bristol invece le accuse sono più generiche, e riguardano violenza, comportamento aggressivo, ed i soliti reati da stadio previsti nell’ordinamento anglosassone. Colpisce la storia di un ex-steward e padre di cinque figli, che avrebbe sfidato i tifosi avversari mettendosi in posizione da combattimento.

Per tutti sono stati disposti coprifuoco notturni e divieti di assistere a partite di calcio per tre, quattro o cinque anni.

Altri tre tifosi dei Bristol invece non hanno ammesso le loro responsabilità, ed affronteranno la prova nel prossimo mese di ottobre.

 

Comments

comments

, , , , , ,

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.